Gio. Dic 5th, 2019

LETTERA APERTA all’Amministrazione Comunale di Corsico

LETTERA APERTA all’Amministrazione Comunale di Corsico con riferimento all’area Campo di calcio via Matteotti/Verde attrezzato di via Saffi

 

 

 

 

 

                                                                                        ALLA  SIGNORA SINDACA

                                                                                         DEL COMUNE  DI  CORSICO

 Corsico,  15 Ottobre 2010

 

  

Oggetto:     LETTERA APERTA all'Amministrazione Comunale di Corsico con riferimento all’area Campo di calcio via Matteotti/Verde attrezzato di via Saffi

 

 

L’assemblea ordinaria dei soci del 10 maggio 2010 ha approvato una mozione perché l’Associazione “Comitato per la tutela del Naviglio grande  e dintorni” [www.alzaiablog.it]  promuova, in vista dell’adozione del PGT di Corsico, un’istanza per la riqualificazione delle aree limitrofe al corso del Naviglio Grande.  

 

Il 16 giugno 2010 l’Associazione ha protocollato un documento articolato in una proposta generale e otto istanze specifiche.

Nella proposta generale «l’Associazione auspica che l’Amministrazione nella redazione del PGT consideri l’intero comparto sia per quanto riguarda la città consolidata che per le aree irrisolte o potenzialmente oggetto di trasformazione come una risorsa per Corsico, nell’ottica della creazione di un “corridoio ecologico” lungo il corso del Naviglio Grande, fruibile ed al servizio della Città. Si tratta di collegare in un sistema unitario gli spazi pubblici pedonali, i parchi urbani e  i viali alberati presenti e futuri.»

Tra le istanze, invece, una fa specifico riferimento all’area di proprietà comunale Campo di calcio via Matteotti/Verde attrezzato di via Saffi. La proposta delinea un progetto di riqualificazione dell’intera area, che comprende  il campo di calcio di via Matteotti,  gli adiacenti spogliatoi e il parchetto di via Saffi,  che preveda la ristrutturazione funzionale dell’edificio  attualmente adibito a spogliatoio, ridestinandola ad  uso ricreativo e sociale,  la contestuale realizzazione di un campo  polivalente prossimo alla  costruzione esistente  e l’ampliamento dell’area a verde  attrezzato per attività ricreative, ludiche e sportive.  

 

 

 

 

Giova rilevare che: 

   l’area  rappresenta l’unica superficie destinata a verde  accessibile nella zona Villette; inoltre l’essere baricentrica tra l’area residenziale  ex-Burgo e il tessuto urbano consolidato delimitato da via Matteotti, via Saffi, Alzaia Naviglio Trieste e viale Liberazione la rende strategica nella logica di ricucitura del tessuto urbano; 

   la sua vicinanza con la Scuola Materna e Elementare Battisti  la rende molto frequentata  e utilizzata; 

   esiste un fondo di € 20.000,00 per la sua  riqualificazione  a seguito di un accordo intercorso tra la Società costruttrice Matildica srl  e l’Associazione “Comitato per la tutela dell’Alzaia Naviglio di Corsico e dintorni“.

 

§                                                                                                                                                                                        L’associazione ritiene  pertanto che nell’immediato si debba rendere fruibile il campo di calcio, attualmente recintato.

 

§                                                                                                                                                                                        Inoltre, l’Associazione vuole proporsi come interlocutore dell’Amministrazione comunale nell’ottica di una riqualificazione dell’area, con le finalità sommariamente descritte nell’istanza.

 

§                                                                                                                                                                                        Si ritiene,  infine, che in una logica di medio periodo, ed in previsione delle trasformazioni ancora in atto sull’area oggetto del PPR RTU/2 previsto dal PRG vigente, si debba  prendere in esame  la riqualificazione di via Matteotti con  priorità  la messa in sicurezza della viabilità ciclopedonale attualmente fortemente compromessa dal traffico veicolare in costante aumento.  

 

In altre parole si vuole, a partire dall’area in oggetto, promuovere «il riuso del territorio urbanizzato e valorizzare spazi esistenti nascosti, sconosciuti, sotto-sfruttati o degradati in un sistema omogeneo che possa offrire spazi di sosta e occasioni per il vivere collettivo in aree a forte connotazione “verde”», così come espresso nelle istanze presentate.

 

 A tal fine dichiariamo la nostra disponibilità ad un incontro con l'Amministrazione.